Libro del mese

Il capogiro del compasso (di Salvatore Orofino)

Recensione di Maria Gabriella Canfarelli
Edizioni Novecento

Edizioni Novecento

Sapeva leggere.
Fu la scoperta più importante di tutta la sua vita.
Sapeva leggere.
Possedeva l’antidoto contro il terribile veleno della vecchiaia
Luis Sepulveda
Pubblica con noi

Inviaci il tuo manoscritto, la tua musica o le tue poesie

Compila il Form allegato o se preferisci contattaci per chiarimenti o informazioni.
Ultimi arrivi

La Terrazza

Rivista di Letteratura e Ricerca

In evidenza

Ho scritto questa raccolta di Studi con due obiettivi: incuriosire e divertire e allo stesso tempo facilitare lo studio della tecnica chitarristica moderna rispettando fedelmente la posizione naturale delle due mani, cercando di sviluppare la musicalità dell’allievo proponendogli temi in cui la melodia si mette al servizio dell’armonia e viceversa.
Autore del mese

Salvo Basso

Salvo Basso scriveva dappertutto. Su fogli A4, tovaglioli,
agende, brochure, con una scrittura nervosa e illeggibile fino
al limite di un segno che finisce per risucchiare ogni significato.

A una prima scorsa, penso che Basso scrivesse non
solo per accertarsi della propria presenza in qualsiasi istante
del tempo; ma anche per necessità comunicative con il mondo,
e cioè con l’altro da sé.

(Sebastiano Leotta, dalla premessa a «Un pensiero che non finisce»)

Dal Blog

Editoriale

Vai al blog per leggere tutto