20 studi melodici progressivi per chitarra (Gianni Landroni)

15.00

Categoria:

Descrizione

È provato che suonare o anche semplicemente ascoltare un duo di chitarre produce un inspiegabile effetto che non esito definire di vitale euforia. Forse perché al semplice piacere di assistere ad un dialogo musicale fra due strumenti simili morfologicamente, ma dalla qualità “vocale” estremamente variegata per timbro e dinamica, si aggiunge quello di assistere ad una vera e propria competizione sportiva fra quattro mani intelligenti. Tanto ci è sempre accaduto suonando o ascoltando i duetti dei Maestri della chitarra, fossero barocchi, classici o romantici.

Oggi si deve riconoscere che la rivoluzione del linguaggio musicale del secolo scorso ha determinato un notevole diradarsi del repertorio duettistico e ciò è dovuto all’innegabile maggiore complessità della tecnica moderna che esige esecutori di alto livello, solitamente poco interessati a suonare in duo.

Per contro, tale pratica si rivela oggi assai utile per gli studenti dei corsi di formazione in tutte le scuole di chitarra, da quelle private ai Conservatori. In tale ambito i duetti chitarristici del M° Landroni, noto virtuoso, insegnante e compositore di primo livello, si inseriscono a pieno titolo per varie ragioni: in primo luogo, ovviamente, per la bellezza e la varietà delle invenzioni; in secondo luogo per l’impiego di un linguaggio musicale moderno e colorito ancorché tonale; in terzo luogo per un pregio di non poca rilevanza in tempi frettolosi come i nostri: una brevità che nulla toglie alla forma a tutto tondo di ciascuno dei cinque pezzi che, pur contraddistinti da titoli che sembrano emersi da una casuale estrazione a sorte, si presentano come una omogenea, preziosa e sorprendente opera didattica, nella quale i ritmi e i colori, il sogno e lo scherzo, si alternano come in un piacevole e spensierato gioco giovanile.

Mauro Storti.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “20 studi melodici progressivi per chitarra (Gianni Landroni)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.